Logo di Qype Iscriviti a Yelp

Qype e Yelp si sono uniti per offrirvi più recensioni, più attività e una community più grande! Continua a leggere.

Mappa
Modifica
  • Piazza Santa Maria Novella
    50100 Firenze
    Santa Maria Novella

Recensioni Consigliate

La tua fiducia è la nostra preoccupazione principale, per cui le attività non possono pagarci per alterare le proprie recensioni. Continua a leggere.
  • 5.0 stelle
    7/11/2011

    A mio avviso, questa piazza rimane una delle più belle di Firenze. Quando si arriva da Via del Sole o da Via de' Fossi, appena girato l'angolo ti trovi davanti alla meraviglia della Basilicata di Santa Maria Novella affacciata su questa magnifica piazza. Questa, realizzata nel Trecento per accogliere i numerosi fedeli che arrivavano per ascoltare le prediche dei Domenicani, è stata oggetto di numerose opere di riqualificazione nel tempo: dalla chiusura al traffico degli anni '80 all'eliminazione dei cassonetti della spazzatura in anni più recenti; dalla ripavimentazione di tutta la piazza allo spostamento dei chioschi.
    Questo grande spazio, soprattutto dopo il restauro del 2009, ha acquisito una vivibilità che da tempo non era più presente. Non di rado si può assistere a degli eventi pubblici, basti pensare a molti comizi finali di manifestazioni, o semplicemente a delle partite di volano negli spazi verdi.
    Vi consiglio di passare nei pomeriggi di primavera, stendervi su una delle panchine e ammirare l'intera piazza dal basso: uno spettacolo!!!!

  • 4.0 stelle
    17/4/2014
    1 check-in

    Bella bellissima ma peccato che è stata rovinata da questi architetti che ultimamente si sono fissati per la ruggine!!!

  • 5.0 stelle
    3/2/2011
    Primo recensore

    Negli ultimi 3 anni ho osservato Piazza Santa Maria Novella liberarsi un pezzo per volta degli obbrobbri propri della ristrutturazione.
    Ho in mente l'immagine di un paziente che poco alla volta toglie le bende dopo una lunga degenza, finalmente il suo bel volto prende la luce.
    Il lavoro di riqualificazione ha dato nuova vita alla piazza che tra aiuole verdi, panchine, palazzi da ammirare e' animata dalla presenza di visitatori e non solo che si godono un pezzo della citta'.
    Il traffico e' limitato, anzi limitatissimo a via della Scala, i cassonetti interrati, con qualche punto ristoro intorno e' perfetto per una sosta mentre magari si decide di visitare l'omonima basilica,(il prezzo dell'ingresso e' irrisorio),il Museo Alinari della Fotografia nell'ex Ospedale di San Paolo dall'inconfondibile loggiato, l'obelisco con il giglio dorato, il palazzo Pitti-Broccardi.

  • 3.0 stelle
    30/10/2011

    Piazza Santa Maria Novella è una piazza molto grande, di forma rettangolare, circondata, da un lato, dalla splendida facciata dell'omonima Basilica, che domina su tutto; dal lato opposto, dalla loggia dell'antico Ospedale di San Paolo, successivamente divenuto sede delle scuole leopoldine e dal 2006 del Museo Nazionale Alinari della Fotografia; gli altri due lati, infine, sono comporti da prestigiosi palazzi appartenuti alle nobili famiglie fiorentine di un tempo e che oggi ospitano alberghi e diversi esercizi commerciali.
    Questa piazza ha una storia travagliata. Direi che per molto tempo è stata vittima incolpevole di un degrado che lasciava lontani i cittadini di Firenze. Era frequentata, di giorno e di notte, da gente poco raccomandabile che bivaccava sulle sue aiuole senza alcun rispetto.
    Solo recentemente è stata oggetto di un progetto di rivalutazione e restyling che non poteva più essere rimandato...peccato però che il risultato non sia dei migliori, almeno dal punto di vista estetico.
    La ripavimentazione, la creazione di nuove aiuole a raso, l'abbattimento della fontana centrale e il posizionamento al suo posto di alcune panchine parallele l'una all'altra, non ha fatto altro che creare un poco significativo disegno geometrico che rende la piazza un po' asettica e impersonale.
    Stona decisamente in una città viva e pregna di storia come Firenze.
    Le uniche due cose che sono rimaste immutate sono la presenza dei due oblischi intorno ai quali nel '500 si svolgeva il Palio dei Cocchi e i numerosissimi piccioni che da sempre e come sempre sono in cerca di qualche briciola.

  • 4.0 stelle
    30/10/2011

    Soprattutto dopo il suo rinnovamento, questa Piazza è divenuta un luogo che vale la pena visitare, anche appena scesi dalla stazione di Santa Maria Novella! In epoca romana era la piazza dove si correvano le gare con le bighe, infatti i due obelischi stanno a segnare i due punti attorno ai quali le bighe dovevano compiere il proprio percorso. Fino a qualche anno fa invece si trattava di una piazza piuttosto degradata, nonostante vi affacciasse la splendida chiesa e il museo Alinari. Oggi invece qui potete passeggiare di giorno e di sera senza alcun timore, anzi, la pulizia formale dell'insieme rende questa location adatta per innumerevoli foto da cartolina.

  • 5.0 stelle
    29/12/2011

    Piazza Santa Maria Novella è rinata da poco dopo un lunghissimo periodo di sporcizia e degrado, oggi completamente restaurata e abbellita con utili panchine moderne per ammirarne la sua bellezza. Ci vado spesso con gli amici d'estate per suonare con le chitarre e cantare con gli amici le belle canzoni italiane, nella suggestione di questa piazza che conserva ancora tutto il respiro artistico e storico medioevale. La facciata della chiesa progettata da Leon Battista Alberti è un esempio fondamentale dell'architettura moderna di riferimento classico, in questa facciata, infatti la novità architettonica più importante introdotta dall'Alberti per la prima volta è costituita dalle eleganti volute laterali (i due riccioli che incorniciano la facciata). La piazza ha subito numerose modifiche nel tempo: inizialmente nata per volere dei frati domenicani che avevano bisogno di un grande spazio per radunare più fedeli nei sermoni domenicali. Rispetto alla Basilica di Santa Croce prevale una decorazione di marmi bianchi e neri che richiamano l'abito dei domenicani. La piazza fu utilizzata in seguito con la famiglia Medici per le corse con le carrozze, mentre nell'ottocento era tagliata dai binari dell'antico tram poi eliminato nel novecento e aperto al traffico e allo smog fino a pochi anni fa. Oggi la piazza è finalmente chiusa al traffico, tranne su un lato, ed è da sempre meta turistica di eccezionale valore storico e artistico.

Pagina 1 di 1